Coppa d’inverno 2012

 

 

X Coppa d’Inverno

La prima prova, svoltasi il 26 febbraio,  è stata disputata con un vento che è andato sempre più aumentando fino a 20-25 nodi. Le barche e gli equipaggi sono stati messi a dura prova. Complimenti a tutti!

La seconda prova, svoltasi il 4 marzo, è stata disputata con una leggera inverna e un tempo coperto e a sprazzi una leggera pioggerellina. Malgrado il vento sia andato calando gli equipaggi sono riusciti regatare.

Alla fine della regata, come da tradizione, pasta e fagioli e la premiazione.

QUI SOTTO TROVATE LE CLASSIFICHE E UN PO’ DI FOTO CHE ABBIAMO FATTO LUCA MAROLLI E IO, BUON DIVERTIMENTO.

Classifica I prova   Classifica II prova Classifica finale

ORGANIZZAZIONE

Circolo Velico Medio Verbano ASD Tel/Fax:+39 0332 629010 cell.+39 335 5338605 web:www.cvmv.it; mail: postmaster@cvmv.ittesseramento@cvmv.it

LOCALITA’ E DATA

Laveno Mombello (VA) – Lago Maggiore

Domenica 26 Febbraio 2012                 Cerro di Laveno
Segnale di partenza unico alle ore 10:00 con percorso a bastone. Al termine pasta e fagioli presso la sede del CVMV.

Domenica 4 Marzo 2012                       Cerro di Laveno
Segnale di partenza unico alle ore 10:00 con percorso a bastone. Al termine minestrone e premiazione presso la sede del CVMV.

REGOLE

Trattandosi di “Manifestazione Velica per il Diporto” non si applicherà il regolamento di Regata.

Il raduno sarà disciplinato dalle seguenti regole:

  • Norme Internazionali per Prevenire gli Abbordi in Mare
  • Il presente Avviso
  • Le Istruzioni consegnate all’atto dell’iscrizione
  • La buona educazione ed il fair-play

In caso di contrasto fra Avviso ed Istruzioni, saranno sempre quest’ultime a prevalere. Non saranno ammesse proteste.

UNITA’ AMMESSE

Saranno ammesse tutte le unità da diporto cabinate di lunghezza superiore a m 5,50

PRESCRIZIONI DI SICUREZZA

Non saranno ammesse unità che non corrispondano alle specifiche costruttive vigenti e che non rispettino le dotazioni di sicurezza previste per le unità abilitate a navigare entro le tre miglia dalla costa. Le unità dovranno essere in possesso dei documenti prescritti per la navigazione da diporto, in particolare per quanto riguarda l’assicurazione RC ed i mezzi collettivi ed individuali di salvataggio.

ISCRIZIONI

Le iscrizioni dovranno pervenire alla segreteria del Circolo Velico Medio Verbano  tesseramento@cvmv.it entro le ore 18:00 di Sabato 25 Febbraio 2012 consegnando o inviando il Modulo di iscrizione allegato al presente avviso, accompagnato dalla quota di iscrizione:

                           fino a 8 mt.        Euro 40.00            oltre 8 mt.      Euro 60.00

Il “Portolabieno” offre una quota d’ormeggio a prezzi convenzionati, fino ad esaurimento posti disponibili, da sabato 25 febbraio  a Domenica 4 marzo:   Portolabieno a.r.l.   Tel. e fax. 0332 666900 (Angelo)

www.portolabieno.com   e-mail: porto.labieno@libero.it

CLASSIFICHE

La Veleggiata si svolgerà in tempo compensato secondo il valore “yardstick” dell’unità. Verrà compilato un ordine di arrivo per i seguenti gruppi:

  1. da 5.50 a 7 metri l.f.t. (crociera)
  2. da 5.50 a 7 metri l.f.t. (regata)
  3. da 7.10 a 9 metri l.f.t. (crociera)
  4. da 7.10 a 9 metri l.f.t. (regata)
  5. oltre 9.10 metri l.f.t. (crociera)
  6. oltre 9.10 metri l.f.t. (regata)

Gruppi di imbarcazioni inferiori ai 4 iscritti verranno inseriti in altri raggruppamenti.

RESPONSABILITA’

Il Comitato Organizzatore non si assume alcuna responsabilità per qualsiasi danno che possa derivare a persone o a cose, sia in mare sia in terra, prima, durante e dopo il raduno, in conseguenza del raduno stesso. I concorrenti partecipano al raduno a loro rischio e pericolo e sotto la loro responsabilità. L’ammissione di un’unità al raduno non rende il Comitato Organizzatore responsabile della sua attitudine a navigare. La sicurezza dell’unità e del suo equipaggio è responsabilità unica e non trasferibile dell’armatore, di un suo rappresentante o dello skipper, che deve assicurarsi delle buone condizioni dello scafo, dell’alberatura, delle vele, del motore ausiliario, di tutta l’attrezzatura e l’equipaggiamento. Deve, inoltre, assicurarsi che tutto l’equipaggio sia idoneo a partecipare e sappia dove si trovi l’equipaggiamento di sicurezza e come utilizzarlo.

Compete ad ogni concorrente la responsabilità personale di indossare un mezzo di galleggiamento individuale adatto alle circostanze. Spetta unicamente al responsabile di ciascuna unità decidere o meno di partecipare o di continuare il raduno.

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.